PEQUEÑO APUNTE DEL DÍA

A LA ESPERA DE LAS “EXTRAÑAS HABILIDADES” DE BERGOGLIO

Schermata-2016-03-09-alle-19.27.11Para el viernes 8 se anuncia la aparición de la exhortación apostólica Amoris Laetitia (Sobre el amor en la familia), elaborada a partir de los dos Sínodos de los obispos de octubre de 2014 y de octubre de 2015. En principio el texto está embargado hasta el día de la aparición, pero Mark Coleridge, el arzobispo progresista de Brisbane(Australia),espera que “sea una típica combinación de Bergoglio, de desafío y de ánimo, porque “este Papa tiene una extraña habilidad para decir cosas punzantes y al mismo tiempo alentadoras”

http://www.ncronline.org/news/vatican/francis-widely-anticipated-document-family-life-be-published-april-8

Como ya contamos suficiente experiencia para tener aprensión respecto de “las extrañas habilidades bergoglianas”-tal como advierte el profesor de Mattei- conviene estar alerta ante las respuestas del obispo de Orán, monseñor Jean-Paul Vesco, en una entrevista del 9 de marzo en Avvenire, el periódico oficial de la Conferencia Episcopal Italiana:

La Chiesa deve aprire le sue braccia e accogliere le persone senza condizioni. Quando un ragazzo, in una famiglia, rivela la sua omosessualità, la domanda per i genitori, per i nonni, non è di sapere se questa scelta è buona o sbagliata, se bisogna essere a favore o sono contro. Sogno che possa essere così nella Chiesa, che è una famiglia da cui nessuno deve sentirsi escluso.

Nella teologia cattolica non è il sacramento che rende matrimonio indissolubile, ma l’amore che si promettono gli sposi. Il sacramento dà particolare forza all’indissolubilità, che è già è presente, e la consacra. Sacramento del matrimonio e indissolubilità hanno dunque un legame di causalità reciproca, ma sono realtà di ordine differente.

È possibile prendere sul serio una relazione omosessuale stabile e fedele, affermando però allo stesso tempo che è di natura diversa rispetto al matrimonio sacramentale tra un uomo e una donna, naturalmente orientato verso la procreazione. Ma questo non significa escludere che una relazione omosessuale possa avere caratteristiche di indissolubilità.

Ma se la Chiesa non ha che l’astinenza sessuale da proporre come modello virtuoso agli omosessuali, c’è il forte rischio che la dottrina sia salva ma che le 99 pecorelle del gregge siano abbandonate a se stesse, senza che nessun pastore abbia preso su di sé il loro odore.

L’accoglienza delle persone omosessuali è una sfida che bussa alla porta di tutte le chiese del mondo, in ogni continente. Ed è un peccato che non sia stato possibile affrontare il problema con calma all’interno del Sinodo sulla famiglia. Non era forse ancora il momento giusto, ma lo è indubbiamente, e in modo davvero urgente, per le società civile”.

De las “ habilidades” de Jorge Mario Bergoglio, libera nos Domine.

Notas catapúlticas

1) Texto completo de la entrevista de Vesco en http://www.gionata.org/il-vescovo-jean-paul-vesco-nella-chiesa-nessun-omosessuale-deve-sentirsi-escluso/ y pido al lector que recurra al traductor automático, porque me faltó tiempo para hacerlo)

2) Una crítica a la mala doctrina de Vesco sobre el matrimonio en http://www.libertepolitique.com/Actualite/Decryptage/Divorces-remaries-les-sophismes-de-Mgr-Vesco

3) El artículo del profesor de Mattei en http://adelantelafe.com/aprensiones-los-catolicos-visperas-la-exhortacion-postsinodal/